Esplora contenuti correlati

Le tre fasi del procedimento

 
  1. Anno precedente alla dichiarazione IRPEF

  • l’associazione sportiva che intende partecipare al riparto del 5 per mille dell’Irpef si iscrive negli elenchi dell’Agenzia delle Entrate;
  • l’associazione invia al CONI regionale la documentazione attestante il possesso dei requisiti che danno diritto all'inclusione negli elenchi dell’Agenzia;
  • la struttura territoriale del CONI verifica la documentazione ricevuta ed invia le risultanze agli organi nazionali del Comitato;
  • il CONI trasmette all'Agenzia delle Entrate l’elenco nazionale delle associazioni ammesse al riparto e quello delle escluse.

    2. Anno della dichiarazione IRPEF

  • i contribuenti, effettuando la dichiarazione dei redditi percepiti nell'anno precedente, indicano a quale associazione sportiva, tra quelle incluse negli elenchi, intendono destinare il 5X1000 dell’Irpef;
  • l'Agenzia delle Entrate effettua i controlli sulle dichiarazioni fiscali e comunica al Ministero dell'Economia e delle Finanze l'ammontare complessivo delle somme spettanti ai beneficiari;
  • il Ministero dell'Economia e delle Finanze assegna gli stanziamenti alle singole Amministrazioni dello Stato competenti alla corresponsione del 5 per mille dell’Irpef.

    3. Anno successivo alla dichiarazione IRPEF

  • l'Agenzia delle Entrate pubblica gli elenchi dei soggetti beneficiari con l’indicazione delle somme spettanti a ciascuno;
  • l'Ufficio per lo Sport al fine di provvedere all'erogazione dei contributi alle associazioni sportive, richiede loro il codice iban e un'autocertificazione che attesti il possesso dei requisiti che danno diritto al beneficio, ai sensi dall'art. 11, comma 5, del DPCM 23 aprile 2010.
  • verificata la documentazione, l'Ufficio per lo Sport eroga i contributi assegnati a ciascun beneficiario ovvero, se del caso, formula richieste istruttorie ai fini del successivo pagamento.
Torna all'inizio del contenuto