Esplora contenuti correlati

Contributi a fondo perduto. Elenchi degli ammessi e degli esclusi al beneficio

(aggiornamento del 15 settembre 2020)



PRIMA SESSIONE

In riferimento a questa sessione pubblichiamo:

1. Un elenco di 4.350 beneficiari e i relativi importi inerenti le domande di contributo per il rimborso dei canoni di locazione

2. Un elenco di 3019 non ammessi comprende tutte le ASD/SSD che l’Agenzia delle entrate non ha riconosciuto come depositarie di contratto registrato.

Come si può verificare dall’elenco esse non hanno fornito il codice fiscale dell’ASD/SSD ma, ad esempio, il codice del rappresentante legale, così da rendere impossibile la verifica. Le altre debbono verificare che il contratto sia stato registrato a nome dell’ASD/SSD e non del rappresentante legale o di altro soggetto fisico o giuridico.

3. Un elenco di 66 ASD/SSD che hanno avuto riconosciuto un importo minore di € 10 (risultante dalle decurtazioni dell’importo mensile sia del 50% per i canoni di locazione dei mesi da marzo a luglio che del 60% del credito d’imposta).

4. Un elenco di 167 ASD/SSD che hanno comunicato un IBAN errato e che possono provvedere alla comunicazione di quello corretto secondo quanto è stabilito al seguente link.

Alla luce di quanto comunicato si invita a non inviare PEC o telefonate in merito alle ragioni di esclusione perché non verranno prese in considerazione.



SECONDA SESSIONE

In riferimento a questa sessione pubblichiamo:

1. Un elenco di 5004 beneficiari del contributo a fondo perduto di euro 800.

2. Un ulteriore elenco per 4380 contributi.

3. Un elenco di 1844 non ammessi ove sono comprese tutte le ASD/SSD che non possono accedere al beneficio perché le Federazioni sportive e/o gli Enti di promozione sportiva non ne hanno certificato il possesso dei requisiti previsti.

4. Un elenco di 207 ASD/SSD per le quali, all’esito di ulteriori verifiche, è stato riconosciuto il contributo a fondo perduto.

5. Un elenco di 476 ASD/SSD che hanno comunicato un IBAN errato e che possono provvedere alla comunicazione di quello corretto secondo quanto è stabilito al seguente link.

Alla luce di quanto comunicato si invita a non inviare PEC o telefonate in merito alle ragioni di esclusione perché non verranno prese in considerazione.

prima sessione , seconda sessione
torna all'inizio del contenuto
Torna all'inizio del contenuto