Automobile Club d'Italia (ACI)

Ente pubblico non economico che rappresenta e tutela gli interessi generali dell'automobilismo italiano del quale promuove e favorisce lo sviluppo.

È la Federazione che riunisce gli Automobile Club provinciali e locali (AA.CC.) nonché gli enti e associazioni nazionali senza scopo di lucro che ne fanno richiesta.

L'Ufficio per lo sport, Servizio II, esercita compiti di vigilanza sull’ACI. In particolare:

  • approva le deliberazioni dell’Assemblea riguardanti le modifiche allo Statuto (art. 65 dello Statuto ACI);
  • stabilisce con decreto, di concerto con il Ministero dell’economia e delle finanze, l’ammontare dei compensi e dei gettoni di presenza spettanti agli organi dell’ACI (art. 6 dello Statuto ACI);
  • provvede alla nomina di un proprio rappresentante in seno all'Assemblea, in seno al Consiglio Generale ed in seno al Comitato esecutivo (artt. 7, 12 e 17 dello Statuto ACI)
  • provvede alla nomina di un liquidatore e alla liquidazione coatta amministrativa, su proposta degli organi competenti dell’ACI (art. 63 dello Statuto ACI)
  • approva, previo parere del Ministero dell’economia e delle finanze, il budget annuale ed il bilancio d'esercizio nonché le rimodulazioni del budget (art. 33 dello Statuto ACI e art. 30 della Legge 70/1975)
Torna all'inizio del contenuto