Esplora contenuti correlati

Approvato in prima lettura il disegno di legge Costituzionale.

16 dicembre 2022

Lo sport in tutte le sue forme, praticato a livello agonistico e dilettantistico, rappre­senta un importante strumento formativo d’integrazione sociale e di dialogo culturale, nonché un volano per la diffusione di valori fondamentali quali la lealtà, l’impegno, lo spirito di squadra e il sacrificio.

La diffusione della pratica sportiva nel mondo contempo­raneo è il segno evidente dell’importanza che lo sport ha assunto anche da un punto di vista civile, sociale e culturale.

Attualmente nella Costituzione italiana l’unico riferimento allo sport è presente all’articolo 117 comma 3 che inserisce l’ordinamento sportivo (già presente nella le­gislazione ordinaria) tra le materie di legislazione concorrente. La Costituzione non annovera però alcun riferimento specifico all’attività sportiva o allo sport in gene­rale.

L’idea d'inserire lo sport all’interno della nostra carta costituzionale arriva da lontano. Già nel 2009 (XVI legislatura), con la proposta di legge dell’onorevole Di Centa come prima firmataria si pose il tema all’attenzione delle Camere. Successivamente, sia durante la XVII che la XVIII legislatura, sono state presentate delle proposte di legge col medesimo intento.

Con la nuova legislatura, sono stati presentati tre disegni di legge costituzionali che prevedono uno medesimo articolo finalizzato a modificare l’articolo 33 della Costituzione con l’aggiunta, in coda al testo attualmente vigente, del seguente comma: «La Repubblica riconosce il valore educativo, sociale e di promozione del benessere psicofisico dell’attività sportiva in tutte le sue forme».

Si conferma pertanto la volontà di affidare esplicitamente alla Repubblica il compito di pro­muovere e diffondere lo sport nella sua specificità, quale essenziale strumento formativo e di cre­scita individuale.

In data 13 ottobre i disegni di legge sono stati presentati alla Presidenza del Senato e il 14 novembre 2022 sono stati assegnati alla Commissione Affari Costituzionali. Il 12 dicembre 2022 l'esame viene concluso con il passaggio del testo all'Aula per la votazione.

Il 13 dicembre 2022 l'Aula del Senato approva, con 145 favorevoli, 0 contrari e 4 astenuti, il disegno di legge 13, che assorbe anche l'AS 135 e l'AS 152, di modifica dell'art. 33 della Costituzione.

Il testo è passato ora alla Camera (AC 715).

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito del Senato.

Torna all'inizio del contenuto